Condizioni generali di vendita

Articolo 1. Applicabilità
I presenti Termini e condizioni generali si applicano a tutte le vendite dei Prodotti Unionplus e questa edizione sostituisce tutte le edizioni precedenti.

Articolo 2. Intero accordo
L’Offerta, le clausole che seguono e i documenti qui allegati, contengono o conterranno tutti i termini che le parti hanno concordato in relazione alla vendita dei Prodotti previsti da tale Offerta, le clausole che seguono e tali documenti (il Contratto).

Articolo 3. Prodotti non ritirati dal Cliente
3.1 I Prodotti, se non ritirati dal Cliente entro 30 giorni dalla data concordata, saranno fatturati da Unionplus e dovranno essere pagati dal Cliente.
3.2 Se la data di scadenza dei Prodotti viene raggiunta a causa del ritardo del Cliente nel ritirarli, Unionplus può, a sua discrezione, vendere i Prodotti o disporne a spese del Cliente ed il Cliente deve pagare a Unionplus anche il mancato profitto nel caso in cui i Prodotti siano venduti a un altro Cliente ad un prezzo inferiore.

Articolo 4. Composizione e qualità dei Prodotti
4.1 La qualità dei Prodotti sarà conforme alle specifiche tecniche allegate al Contratto e sarà accertata con i metodi di prova indicati nello stesso.
4.2 Unionplus non sarà responsabile se il Cliente viola le condizioni previste nelle specifiche tecniche e, in particolare, non rispetta i requisiti relativi allo stoccaggio dei Prodotti.
4.3 La contestazione sulla qualità del Prodotto, non costituirà giusta causa per eludere o ritardare gli obblighi previsti nel Contratto ivi compreso l’obbligo di pagamento.
4.4 Qualora il Cliente intenda utilizzare il Prodotto da solo o in combinazione o voglia associarlo a qualsiasi altro, ciò sarà a rischio e a carico del Cliente e Unionplus non si assume alcuna responsabilità per tale incorporazione o associazione e per quanto riportato nell’etichetta utilizzata dal Cliente.
4.5 Unionplus non garantisce che il Prodotto sia idoneo agli scopi particolari del Cliente. Il Cliente deve eseguire i propri controlli e test al fine di determinare se i Prodotti sono conformi all’uso che intende farne prima di procedere con l’incorporazione o l’associazione con altri prodotti.
4.6 In caso di controversia tra le Parti sui risultati dell’analisi, ciascuna Parte avrà il diritto di richiedere la ripetizione dell’analisi da parte di un laboratorio indipendente concordato tra le Parti o, in mancanza di accordo, da SGS. I risultati dell’analisi saranno vincolanti per le Parti e i costi sostenuti per la preparazione del campione, la spedizione e le spese di analisi saranno a carico della parte soccombente.
Ad eccezione dei casi di dolo, in caso di mancata fornitura, ritardo nella fornitura o non conformità di qualsiasi quantità di Prodotto di cui Unionplus sia responsabile, la responsabilità massima di Unionplus sarà il prezzo di vendita concordato per il Prodotto.

Articolo 5. Ritiro della merce
5.1. Se non diversamente specificato, i nostri ordini e contratti sono da intendersi franco fabbrica del nostro stabilimento produttivo.
5.2. Il Cliente deve ritirare i Prodotti alla data o nell’intervallo di consegna indicati nel Contratto ed è responsabile di qualsiasi costo, spesa o conseguenza causata dal ritardo nella presa in consegna degli stessi.
5.3 Se i Prodotti sono consegnati via nave, quando i container arrivano al Porto di destinazione il Cliente deve ritirarli nel termine previsto dal Vettore e in caso di ritardo deve pagare le controstallie e le spese per il fermo e per lo stoccaggio dei Prodotti. Se il Cliente effettua il ritiro dopo il predetto termine, Unionplus non sarà responsabile del deterioramento dei Prodotti.
5.4 Se i Prodotti non sono stati ancora interamente pagati e il Cliente non li ritira in tempo o li rifiuta, in alternativa a quanto previsto dall’art. 3.1 Unionplus ha il diritto di chiedere al Vettore di riconsegnarle i Prodotti a spese del Cliente. Unionplus può compensare qualsiasi costo o spesa sostenuti con i pagamenti ricevuti, fatto salvo il suo diritto di essere indennizzata dal Cliente per la perdita di profitto nel caso in cui i Prodotti siano venduti a un altro Cliente a un prezzo inferiore.

Articolo 6. Documenti e requisiti obbligatori
Prima dell’accettazione dell’Offerta e comunque prima della data di produzione, il Cliente deve comunicare a Unionplus tutti i requisiti obbligatori affinché i Prodotti possano entrare nel Paese di destinazione. Unionplus non sarà responsabile in caso di omissione o inesattezza delle informazioni. Qualsiasi costo sostenuto da Unionplus per i documenti specifici, richiesti dal Cliente e non previsti nel Contratto, sarà fatturato al Cliente se Unionplus è in grado di emettere tale tipo di documenti.

Articolo 7. Riserva di proprietà
Unionplus mantiene il diritto di proprietà dei Prodotti consegnati e venduti fino al completo pagamento del prezzo da parte del Cliente.

Articolo 8. Stoccaggio dei Prodotti
8.1 Unionplus si assume il costo di stoccaggio dei Prodotti per 30 giorni consecutivi a partire dalla data di consegna prevista. Decorso tale termine, le spese di deposito saranno a carico del Cliente.
8.2 Il Cliente dovrà pagare a Unionplus per lo stoccaggio dei Prodotti un importo di € 22,- 7 per tonnellata di Prodotto per ogni mese fino alla data di consegna.

Articolo 9. Modifica o annullamento della quantità contrattuale
9.1 Le quantità contrattuali di Prodotti non possono essere ridotte o annullate dal Cliente, che sarà comunque tenuto al pagamento integrale del prezzo per le quantità oggetto del suo ordine, , salvo il diritto di Unionplus di chiedere il risarcimento degli eventuali danni causati dalla condotta del Cliente.

Articolo 10 Forza maggiore
10.1 Nessuna delle Parti potrà essere ritenuta responsabile per l’inadempimento totale o parziale dei propri obblighi o per il ritardo nell’adempimento se tale inadempimento o ritardo deriva da cause di forza maggiore o, a titolo esemplificativo ma non esaustivo, da calamità naturali, incendi, inondazioni, guerre, embarghi o condizioni meteorologiche eccezionalmente avverse che impediscono il trasporto, incidenti sul lavoro che causano arresti della produzione.
10.2 La Parte interessata da un evento di forza maggiore ne darà comunicazione scritta all’altra Parte entro le 48 ore successive o nel più breve tempo possibile specificando, ove possibile, la durata prevista dello stesso e fornendo, ove possibile, documentazione o altra prova idonea a dimostrare l’esistenza dell’evento, pena l’inapplicabilità del regolamento in materia di forza maggiore; analoga comunicazione sarà data non appena cessa la situazione di forza maggiore. Entro 48 ore dalla fine dell’evento di forza maggiore gli obblighi contrattuali sospesi diventeranno nuovamente validi e applicabili.
10.3 Ciascuna Parte è tenuta a minimizzare il danno e le Parti cercheranno di raggiungere un accordo sulle azioni da intraprendere in risposta all’evento.
Nel caso in cui l’evento di forza maggiore si protragga per più di due mesi, ciascuna delle parti potrà risolvere il contratto e la risoluzione avverrà di diritto, senza necessità di alcuna ulteriore formalità e/o decisione giudiziaria, quindici giorni lavorativi dalla data di ricevimento da parte di una Parte della comunicazione dell’altra Parte, mediante lettera raccomandata con avviso di ricevimento e/o PEC.
10.4 Le restrizioni o limitazioni attualmente imposte da ciascun Paese per motivi di salute (come la pandemia da Coronavirus e altro) non sono considerate un evento di forza maggiore. Se il Paese di importazione emette nuovi ordini che non sono noti al momento dell’ordine del Prodotto e ciò impedisce al Cliente di prendere in consegna il Prodotto, il Cliente dovrà pagare il prezzo delle spedizioni già prodotte da Unionplus, ma nel frattempo avrà il diritto di sospendere le consegne delle spedizioni già ordinate ma non ancora prodotte fino alla cessazione degli effetti di tali ordini, fatto salvo il rimborso delle spese sostenute in anticipo da Unionplus per l’acquisto di tutti gli ingredienti necessari per la produzione dei prodotti ordinati. Non appena cessano gli effetti degli ordini, la sospensione terminerà e il contratto sarà di nuovo pienamente efficace.

Articolo 11 Non conformità dei Prodotti
11.1 Eventuali non conformità apparenti dei Prodotti, quali a titolo esemplificativo rotture di sacchi, devono essere rilevate dal Cliente e da lui segnalate, a pena di decadenza, contestualmente alla consegna/ritiro dei prodotti.
11.2 Fatto salvo quanto previsto all’art. 11.1 per le non conformità apparenti, entro 15 giorni dalla consegna/ritiro dei Prodotti il Cliente dovrà, a pena di decadenza, segnalare ad Unionplus eventuali altre non conformità dei Prodotti.
11.3 Il Prodotto non conforme deve essere messo a disposizione di Unionplus nel luogo in cui esso è stato consegnato e Unionplus è autorizzata a eseguire tutti i controlli necessari, compreso l’accesso ai siti in cui si trovano i Prodotti e il prelievo di campioni.
11.4 In caso di accertata non conformità che impedisca la vendita o l’utilizzo dei Prodotti, la responsabilità di Unionplus sarà limitata alla sostituzione dei Prodotti.
11.5 La non conformità di una singola spedizione di Prodotti non è una giusta causa per risolvere il Contratto o per annullare le ulteriori spedizioni.

Articolo 12 Legge applicabile e foro competente
12. 1 Il presente Contratto è soggetto alla legge italiana.
12.2 Per qualsiasi controversia derivante o connessa al Contratto sarà competente in via esclusiva il Foro di Bolzano.